Logo Medaglia d argento al merito civile stemma
  Comune di Rionero in Vulture / News     
  «Home»   |   «News»   |   «Forum»  
Login      Password registrati registrati
             
 
La redazione
comune Sindaco
comune Giunta Comunale
comune Consiglio Comunale
comune Pres. Consiglio Comunale
comune Commissioni
comune Uffici e Servizi
comune Statuto
comune Regolamenti

Calendario
comune Autocertificazioni
comune Bandi e gare
comune Delibere e Determine
comune Guida ai servizi

Amministrazione Trasparente

Albo Pretorio

Sportello Unico Digitale Edilizia
Elenco Pec

La redazione
comune La Storia
comune Monumenti e Chiese
comune Monticchio
comune Il Monte Vulture
comune Palazzo Fortunato
comune Giustino Fortunato
comune Personaggi Illustri
comune I Sindaci di Rionero
comune Ricorrenze
comune Cucina tipica
comune Immagini e video
comune Biblioteca Comunale


Visitatori
Visitatori Correnti : 8
Membri : 0

La redazione



 
Assessore Chieppa: "Occorre far crescere l'area del Vulture - Melfese"
Rionero in Vulture 11 settembre 2008 alle 17:26:00

Ho letto un articolo di Alessandro Magnoni, direttore affari generali della Coca Cola Italia S.p.a., apparso sul giornale il Quotidiano della Basilicata del 10.09.2008 dal titolo: “La tutela dell’acqua per noi è una priorità” che merita attenzione.

Nel complesso il dirigente Coca-Cola risponde ad Angela Lombardi del partito della Rifondazione Comunista, sostenendo che tra le priorità della multinazionale vi è il principio della tutela dell’acqua e dell’ambiente, nonché degli investimenti finanziari  fatti per garantire il patrimonio idrominerario del Vulture.


Pur condividendo, da un lato, lo sforzo della Coca-Cola, dall’altro occorre discutere sulla quantità di ricchezza pubblica che si estrae dal sottosuolo, in particolare  sull’ammontare della quota di essa che rimane nelle casse della Regione Basilicata.


Ovviamente nell’articolo in commento si sposta l’analisi su altre questioni anch’esse rilevanti, ma non centrali rispetto alla problematica dianzi citata. Noi vogliamo sapere, in buona sostanza, a quanto ammonta il livello di guadagno dei concessionari e se ciò che viene versato alla Regione Basilicata, per effetto della legge sotto richiamata, è congruo o meno. Io penso che la bilancia penda tutta dalla parte dei concessionari e non dell’ente pubblico.


 (L'Assessore alle Attività Produttive Avv. Giovanni Alfredo CHIEPPA)


Qualche giorno fa avevo sollecitato una proposta fattibile, ossia di modificare la legge regionale dell’01.03.2005 n. 21 partorita dalla ex giunta Bubbico che ha modificato quella del 02 settembre 1996  n. 43 ed aumentare i canoni di concessione proporzionali e le somme ricavate sul prodotto imbottigliato, in modo tale da portare in equilibrio le posizioni delle parti, pubbliche e private coinvolte.


È una materia su cui la classe dirigente regionale potrebbe immaginare un immediato intervento nell’ottica di valorizzare i territori e rispettare nel contempo gli imprenditori che hanno investito in strutture tecnologiche e quant’altro.


La questione pertanto non riguarda l’operatore economico Coca-Cola S.p.a., titolare di regolare concessione al pari di altri, come qualcuno vorrebbe far intendere nel tentativo inutile di sovraccaricare di contenuto ideologico la questione, ma la Regione Basilicata che dovrà programmare diversamente codesta materia. Si tratta di garantire condizioni eque verso un prodotto che appartiene a tutti e nessuno finora, forse per ragioni di opportunità politica, si è mobilitato per far crescere il consenso  intorno a questo importante bene pubblico naturale. Il chè non rappresenta un messaggio positivo atteso che i territori, a prescindere da chi governa, vanno tutelati  in ogni sede.


Non è giusto che il Vulture metta a disposizione circa cinque miliardi di litri d’acqua all’anno, come ci ricorda Magnoni, ed alla fine le popolazioni residenti restino inerti ed impassibili rispetto ad una questione che è tutta di “centro-sinistra”, come si usava dire un tempo.


Mi aspetto che i comuni dell’area del Vulture – Melfese prendano nelle sedi istituzionali decisioni rapide ed univoche in tale direzione affinché la Regione  Basilicata cominci l’iter di modifica dell’attuale legge n. 21 al fine di portare maggiore ricchezza per tutti, tenendo in considerazione soprattutto il Comune di Rionero in V.re sul cui territorio si trovano i quattro stabilimenti di imbottigliamento in funzione. Finora nessuno è intervenuto per alimentare il dibattito sull’argomento, confinato nel limbo dell’indifferenza istituzionale.


Il che non depone bene, specialmente alla vigilia dei numerosi appuntamenti elettorali del prossimo anno. Io spero che qualcuno si muova per ripristinare condizioni di equilibrio e dare una speranza, in termini occupazionali, ai tanti giovani che vivono nella zona la quale dovrà trarre il massimo da tali occasioni. Infine, ben venga la Coca –Cola con  i suoi spot televisivi, ma a condizione che il territorio sia  adeguatamente protetto e valorizzato come merita, tanto sotto il profilo della ricchezza  da produrre e distribuire sull’area del Vulture - Melfese quanto per ciò che concerne il lavoro inteso in senso lato.


L'Assessore alle Attività Produttive


Avv. Giovanni Alfredo CHIEPPA


Letto : 1596 | Torna indietro

Invia questa pagina ad un amico! Clicca qui

 

Cerca nel sito


Calendario
<Giugno>
LMMGVSD
00 00 00 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 00


La redazione
comunicando Ditelo al sindaco
comunicando Forum
comunicando Libro degli ospiti
comunicando Newsletter
comunicando Segnalazione guasto

Utilità
Numeri utili
Sanità
Trasporti
Scuole
Parcheggi
Associazioni
Sport
Luoghi di culto
Tempo libero
Codice Fiscale
Link utili




Scarica visualizzatore


 
 
©-2001-2012 - Tutti diritti riservati - Comune di Rionero in Vulture 
-  Provincia di Potenza  - Via R. Ciasca,8 - c.a.p. 85028
- Centralino Tel. 0972/729111 -
E-mail: info@comune.rioneroinvulture.pz.it
Abitanti: 13447 - Alt. s.l.m. 656 mt

Valid HTML 4.01! Valid CSS!